Ferrovia Principe Granarolo

La ferrovia Principe-Granarolo è una ferrovia a cremagliera della città di Genova che collega via del Lagaccio, nei pressi della stazione ferroviaria di Genova Piazza Principe, alle alture di Granarolo.
Concessa nel 1896 alla Società Anonima Genovese per le ferrovie di Montagna costituitasi il 4 settembre di tale anno, la ferrovia fu realizzata tra il 1898 e il 1900, entrando in servizio il 1º gennaio 1901. Lo scopo della ferrovia era di rendere maggiormente remunerativa la lottizzazione dei terreni collinari intorno a Granarolo. La linea è costituita da un solo binario a scartamento ridotto da 1200 mm, con raddoppio nel punto mediano per consentire gli in.croci, sebbene attualmente il servizio venga svolto a spola da una sola vettura. Il dislivello, pari a 194 metri, è coperto con un percorso lungo 1,136 km caratterizzato da una pendenza media del 16% e una pendenza massima del 21,4%. La vettura viaggia alla velocità di 2 m/s (pari a 7 km/h) e ha la portata di 45 passeggeri totali. La cremagliera, originariamente del tipo , dal 2012 è stata sostituita dal tipo Von Roll. L’alimentazione in corrente continua alla tensione di 600 V avviene mediante linea aerea di contatto. Sul tracciato si trovano nove fermate: Principe, Salita San Rocco, Centurione, Bari, Cambiaso, Chiassaiuola, Salita Granarolo, Via Bianco, Granarolo.
La quota del capolinea inferiore è di 25 metri s.l.m., mentre quello di Granarolo è situato a 220 metri s.l.m.
Le due vetture utilizzate fanno parte della dotazione originaria, costruite nel 1901 dalla casa torinese Diatto, come vetture di derivazione tramviaria. La cassa esterna era infatti molto simile a quella di un tram, squadrata, senza porte né finestrini. Tali mezzi hanno tuttavia subito nel corso degli anni diverse modifiche e interventi di restauro.
(Fonte Wikipedia)